Montecatini .it
ItaliaCiclismo .net Elite-Under23 Juniores Allievi Esordienti contatti
 
ITALIA CICLISMO

ItaliaCiclismo .net Ciclismo Foto e Video 


  • Elite-Under23
  • Juniores
  • Allievi
  • Esordienti
  • Giovanissimi
  • Donne
  • Cicloamatori

    Sezioni

  • TopTeam
  • Altre Info
  • Gare a Tappe
  • Campionati
  • Classifiche
  • Challange
  • Calendari
  • Video

    Links

  • FederCiclismo

    Contatti

  • E-m@il

    Archivio

  • Archivio 2013
  • Archivio 2012
  • Archivio 2011
  • Archivio 2010
  • Archivio 2009
  • Archivio 2008

    Link Sponsorizzati

    Il norvegese Tobias Foss vince il Tour de l'Avenir davanti all'azzutto Giovanni Aleotti

    Elite-Under23 - 25 Ago 2019 


    Grazie a Tobias Foss la Norvegia firma per la prima vola l'albo d'oro del Tour de l'Avenir. Al termine delle dieci tappa Foss occupa giustamente il posto del piu' forte, anche se deve parte del suo successo all'efficienza dei suoi compagni di squadra che lo hanno sostenuto nella fase finale, e in particolare del campione nazionale Torjus Sleen. La Norvegia vince anche la classifica finale della U23 Nations Cup dell'UCI, di cui il Tour de l'Avenir era il round finale e quindi decisivo.

    Tobias Foss, 22 anni, e' stato il piu' consistente durante i dieci giorni di gare. Senza dubbio ha anche beneficiato dell'esperienza accumulata alla sua quarta partecipazione al Tour de l'Avenir, dove aveva ottenuto due "top ten": 7 ° nel 2017 e 9 ° nel 2018 Ha completato la sua carriera di "speranza" con questa importante vittoria e ora puo' aspettarsi un futuro radioso, incoraggiato dall'esempio del colombiano Egan Bernal, vincitore del 2017 e vincitore dell'ultimo Tour de France.

    Al posto d'onore del podio finale un meraviglioso Giovanni Aleotti, che dopo aver vinto una tappa e indossato la maglia gialla, poi consegnata a Foss, ha difeso con grande determinazione la posizione sul podio ben sorretto dai compagni di squadra, Tra questi molto brillante Samuele Battistella, che ha ceduto la Top Ten solo nell'ultima tappa. Il belga Ilan Van Wilder ha completato il podio davanti al francese Clément Champoussin.

    L'ecuadoriano Cepeda si e' imposto nella maratona finale contrassegnata dai grandi passi, il Glandon dall'inizio, poco prima di attraversare la Croce di ferro, quindi il Passo Mollard e la sua pericolosa discesa, con la difficile salita che porta alla localita' di Corbier per finire.
    Si e' liberato dei compagni di fuga per andare al traguardo in perfetta solitudine. Una vittoria significativa che arriva dopo il trionfo del suo connazionale Richard Carapaz al Giro d'Italia.

    10^ TAPPA

    1. Jefferson Alexander Cepeda (Ecu) in 2h37'47"

    2. Michel Ries (Lux) a 26"

    3. Iñigo Elosegui (Spa) a 33"

    4. Jacob Hindsgaul Madsen (Dan) a 41"

    5. Biniyam Ghirmay (Eri) a 1'09"

    6. Barnabás Peák (Ung) a 1'12"

    7. Tobias Foss (Nor) a 1'17"

    8. Ilan Van Wilder (Bel) a 1'18"

    9. Georg Zimmermann (Ger)

    10. Clement Champoussin (Fra) a 1'24"


    CLASSIFICA GENERALE FINALE

    1. Tobias Foss (Nor) 27h30'09"

    2. Giovanni Aleotti (Ita) a 1'19"

    3. Ilan van Wilder (Bel) a 2'34"

    4. Clément Champoussin (Fra) a 3'05"

    5. Georg Zimmermann (Ger) a 3'48"

    6. Mauri Vansevenant (Bel) a 6'55"

    7. Michel Ries (Lux) a 7'05"

    8. Jhojan Orlando Garcia Sosa (Col) a 10'48"

    9. Jefferson Alexander Cepeda (Ecu) a 12'27"

    10. Lars van den Berg (Ola) a 13'39"

    Fonte F.C.I.







    Elite-Under23 - 25 Ago 2019